Novità riguardanti le procedure concorsuali

Transazione fiscale e composizione della crisi da sovraindebitamento.

La recente circolare n.19/E del 6 maggio 2015 dell’Agenzia delle Entrate chiarisce un'interessante questione in ordine all’applicabilità della transazione fiscale (art.182-ter L.F.) e pone l’attenzione sui nuovi istituti riguardanti la crisi dei soggetti esclusi dall’applicabilità della L.F.

1) In primis, si precisa che la transazione fiscale, definita dalla Consulta come ‘’una peculiare procedura transattiva tra il contribuente e il fisco che può autonomamente integrare il piano ex art.160 L.F. e deve essere parimenti sottoposta al sindacato di fattibilità del giuridica del Tribunale’’ (sent. 225/2014), deroga al principio della indisponibilità della pretesa tributaria. 
Si rileva altresì che le pronunce della Corte di Cassazione lasciano desumere la facoltatività della transazione fiscale, al fine di ottenere la falcidia dei crediti tributari, e la necessità di pagare interamente il credito IVA (sentt. n. 22931-22932/2011).
2) In secondo luogo, la suddetta circolare definisce quanto previsto dalla legge 3/21012 Capo II, la quale stabilisce tre possibili procedimenti di composizione delle crisi da sovraindebitamento - azionabili dagli imprenditori commerciali che possiedono congiuntamente i requisiti ex art.1 L.F., dagli imprenditori agricoli (che beneficiano comunque degli artt. 182-bis e 182-ter), dalle associazioni professionali, dalle startup innovative e persino dal (semplice) consumatore – e così suddivisi:

  • tutti i sopra citati soggetti possono stipulare un accordo con i creditori;
  • al consumatore è altresì data la possibilità di redigere un piano di composizione, il quale dovrà essere sottoposto al giudizio di fattibilità del Tribunale;
  • in alternativa (e quindi anche in caso di risoluzione dell’accordo o cessazione degli effetti del piano) si procederà alla liquidazione patrimoniale, tramite ricorso del debitore. In questo caso, il giudice nomina un liquidatore, da individuarsi tra i professionisti in possesso dei requisiti richiesti dall’art. 28 L.F.

Condividilo sui Social!