Polverizzò il record di velocità, ora fa lo stesso con le aste

La Vincent Black Lightning del 1951 era di un pilota che la utilizzò per arrivare ai 228 chilometri orari

 

Quasi un milione di dollari per una moto ma, se si aggiungono i diritti d'asta, quella Vincent Black Lightning del 1951 è costata una cifra a sei zeri. Così la moto è diventata la più cara mai venduta da un'asta pubblica. Si tratta di una delle 19 moto ancora esistenti delle trenta prodotte dalla Vincent di Stevenage. Finora il primato era di una Cyclone del 1915 che era appartenuta a Steve McQueen ed era stata venduta a 775mila dollari.

Il record è stato polverizzato da questo modello che era di proprietà di Jack Ehret, pilota che la utilizzò che la utilizzò per stabilire il record di velocità su due ruote dell'Australia toccando nel 1954 le 141,5 miglia all'ora, cioè 228 km/h. L'asta che ha visto protagonista questa moto è stata organizzata da Bonhams e si è svolta al Rio Hotel and Casino di Las Vegas, nell'ambito di diversi eventi dedicati per una intera settimana al mondo delle moto. Significativa anche l'asta di Mecum, denominata Las Vegas Motorcycle Auction, che ha visto in vendita ben 1.700 rarità a due ruote di cui il 90% sono passate di mano.

Condividilo sui Social!